Home » Seo&Social Media » Google SEO: in arrivo la Dashboard beta per gli Structured Data
Google SEO: in arrivo la Dashboard beta per gli Structured Data

Google SEO: in arrivo la Dashboard beta per gli Structured Data

Google Webmaster ToolsPer gli amanti della SEO è in arrivo un nuovo tool per monitorare con maggiore efficacia i Dati Strutturati (Structured Data) del proprio sito, ossia i metadati quali:

  • schema.org
  • Microformati
  • Microdati
  • RDFa
  • Dati che hai taggato in Evidenziatore di dati

Il nuovo strumento per ora in fase beta è utilizzabile in anteprima richiedendo un invito tramite l’apposito url. Una volta che si viene “accettati” si potrà consultare un report più dettagliato rispetto a quello cui siamo abituati.

Le informazioni in più non sono molte ma si potranno monitorare gli errori legati ai metadati e su quali url si verificano così che i Webmaster o i Consulenti SEO possano avere  sotto controllo lo stato dei Rich Snippet e intervenire in tempo prima che l’errore si diffonda a più pagine.

Se volete provare in anteprima la nuova dashboard dei Google Webmaster Tools fate la richiesta tramite il seguente link:

Richiedi invito Dashboard beta dei Google Webmaster Tools

Di seguito uno screenshot di un account con la nuova Dashboard degli Structured Data:

New Google Dashboard beta

 

Questa nuova configurazione era stata preannunciata pochi giorni fa all’SMX Advanced, il convegno di esperti di Search Marketing dove Matt Cutts è intervenuto anticipando varie novità che Google ha in serbo nel mondo della SEO.

Tra le novità più importanti vanno sottolineate:

  • Google Webmaster Notifications – finalmente le notifiche mail generate/inviate dagli Strumenti per Webmaster conterranno anche degli url di esempio dell’errore così da rendere più facile al Webmaster intervenire per fixare l’errore;
  • Influenza della velocità del sito sul Ranking Mobile – Matt Cutts ha confermato che limitatamente ai siti mobile la velocità di caricamento e le performance del sito verranno presi in considerazione come fattori per determinare il ranking di un sito nelal sua versione mobile;
  • Nuovo algoritmo per combattere lo spam -è stato inoltre annunciato che è in fase di rollout un algoritmo nuovo (per ora non ha un nome ma ci aspettiamo un’altro animale bianco e nero) per combattere lo spam e i siti che utilizzano tecniche SEO illegali. Che sia Google Zebra di cui si parlò a inizio anno?;
  • Roll Out Panda – infine è stato confermato che il roll out del temuto algoritmo Panda viene effettuato mensilmente ed ha una durata di 10 giorni.

Per chi volesse vedere l’intero intervento di 1 ora di Matt Cutts all’SMX Advanced eccovi di seguito il video.

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • L’analisi della struttura dei microdati e dei microformati ci aiuta in Seogarden a individuare errori che non dovrebbero verificarsi. Questo tipo di informazioni servono tra l’altro a coltivare l’autorship per singolo contenuto in serp. Google lo sa e ci aiuta a fare bene.

Altro... google dashboard beta, google structured data, google webmaster tools, rich snippet tool
Chiudi