Home » News » Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati
Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati
Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati

Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati

Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati

Wi-fi pubblico: non c’è l’obbligo di registrazione dati

Wi-fi pubblico. Il Garante per la Privacy è intervenuto, spinto dell’iniziativa della FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), in merito alla questione del Wi-fi pubblico, evidenziando l’assenza dell’obbligo di registrazione dai dati personali.

La presenza di una connessione Wi-fi pubblica all’interno di esercizi commerciali è stata al centro di dispute legali e normative. Secondo il cosiddetto “Decreto Pisanu”, ad esempio, veniva istituito l’obbligo per i gestori di richiedere in Questura la licenza. Una conditio sine qua non all’erogazione dell’offerta Wi-fi pubblico.

Fortunatamente, verrebbe voglia di dire, il decreto è stato abilito da un altro codice normativo, il decreto Milleproroghe. Ma il passaggio dalla teoria alla pratica è stato tutt’altro che immediato. Alcuni provider ritenevano infatti ancora plausibile l’obbligo di registrazione dei dati degli utenti.

Da ciò è nata l’urgenza, da parte del FIPE, di un intervento interpretativo del Garante per la Privacy. Ora non ci sono più dubbi: i gestori non hanno alcuna responsabilità riguardo la navigazione su Internet  degli utenti. Di più. La registrazione dei dati di quest’ultimi può avvenire solo a condizione di esplicita autorizzazione.

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Altro... pubblico, Wi-Fi, wi-fi free
Chiudi