Home » Sicurezza » Skype protegge davvero la nostra privacy?
Skype protegge davvero la nostra privacy?
Skype protegge davvero la nostra privacy?

Skype protegge davvero la nostra privacy?

Skype protegge davvero la nostra privacy?

Skype protegge davvero la nostra privacy?

Dopo il dietrofront di Instagram, celebre servizio dedicato alle foto, sull’opportunità di sfruttare per fini commerciali le immagini scattate dagli utenti, oggi vogliamo portare la vostra attenzione su un altro peso massimo della realtà web, Skype. Il famoso programma VoIP tutela davvero la nostra privacy e come sono trattati i dati personali?

Cominciamo subito con una questione di fondo, l’iscrizione a Skype è permanente. Proprio così, non avrete facoltà di cancellare il vostro account. Una nostra illazione? Niente di tutto ciò, un esplicito riferimento che trovate nelle FAQ: “Una volta creato, non è possibile eliminare un account Skype o cambiare un nome Skype. Tuttavia, puoi rimuovere tutti i dati personali contenuti nel tuo profilo. In questo modo, nessuno potrà cercarti in Skype tramite i tuoi dati personali, come ad esempio il tuo nome e cognome, l’indirizzo e-mail o il numero di telefono (ma sarà ancora possibile cercarti tramite il tuo nome Skype)”.

La negazione di un diritto degli utenti che ha indotto il Garante per le comunicazioni a richiedere dei chiarimenti a Microsoft, società proprietaria di Skype. Come leggiamo nelle FAQ, possiamo tuttavia rimuovere “tutti i dati personali contenuti nel profilo”. Purtroppo la pratica è più controversa di quanto teorizzato da Redmond. Sono tanti i dati acquisiti da Skype: vanno dagli elementi identificativi a quelli del profilo utente, dai dati sull’uso e l’interazione degli utenti con i prodotti alle informazioni e aggiornamenti relativi ai servizi.

Ma che fine fanno tali informazioni? Per quanto tempo sono archiviati negli hard disk Microsoft? I dati, come indicato esplicitamente da fonti ufficiali, sono utilizzabili per “organizzare e svolgere operazioni e offerte promozionali o di marketing, concorsi, giochi ed eventi analoghi per conto di Skype”. Sono implicate anche aziende terze, coinvolte dal programma.

Non solo, nella sezione “Divulgazione dei dati personali dell’utente” apprendiamo che “Al fine di fornire all’utente i prodotti Skype richiesti, Skype può talvolta, se necessario, condividere i dati personali e sul traffico dell’utente con società del gruppo Skype, gestori, fornitori di servizi e/o agenti partner”. In altre parole, in certe circostanze Skype può condividere i nostri dati con altre società.

Chi può dirsi davvero cosciente delle condizioni che accetta al momento dell’installazione del programma? Voi cosa ne pensate?

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • mozza

    Spero di si 🙂 Ho sentito che skype premium si puo ricaricare con paysafecard. Vero che non è possibile eliminare un account?
    saluti
    m

Altro... chat, dati-personali, garante, legge, messaggistica, Microsoft, privacy, redmond, skype, tutele
Chiudi