Home » Seo&Social Media » Seo On Page: la struttura del proprio sito

Seo On Page: la struttura del proprio sito

seoUno dei fattori che qualifica un sito come un buon sito consiste nella struttura dello stesso.

Un SEO deve saper dividere e organizzare i contenuti per pagine secondo una logica gerarchica chiara. Dalla home page si dovrà poter accedere alle altre pagine organizzate secondo tema e funzionalità: ad esempio pagina link o contatti (che è bene indicare anche nel footer). Ogni link dovrà essere raggiungibile dalla home in massimo tre click . Il numero di click è un parametro importante da tenere in considerazione sia per i motori di ricerca ma soprattutto per gli utenti che devono essere in grado di trovare agevolmente i contenuti. 

I contenuti dovranno essere strutturati secondo una categoria ad albero che vede le macrocategorie situate nella home e poi man mano i contenuti diversificati nelle pagine secondo una classificazione ramificata dei concetti.

Un’altra regola consiste nel prestare attenzione ai link presenti nelle nostre pagine. Sarà necessario innanzitutto ottimizzare i link interni attribuendo ai titoli del menu nomi chiari e completamente attinenti con il contenuto di riferimento (sembra una banalità ma capita ancora di vedere siti con menù che linkano a pag1 pag2 pag3) e verificare che siano funzionanti. Inoltre sarà necessario accertarsi che ogni link abbia una base di testo (preferibile al link immagine o che quest’ultima sia ottimizzata compilando l’apposito tag alt ).

Per quanto riguarda i contenuti non bisogna mai omettere determinate informazioni: chi siamo, di cosa ci occupiamo, che cosa stiamo offrendo.  Utile oltre alle informazioni di contatto un’apposito form che gli utenti potranno compilare per scriverci senza dover uscire dal sito per compilare una mail altrove.

Sarà necessario creare una mappa del sito da inviare agli spider ai motori di ricerca: per crearla potrete avvalervi di strumenti semplicissimi come il Google Sitemap generator.

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • Ottimo post, soprattutto perché consente di riflettere sulla differenza di applicazione tra la logica ipertestuale propria del web, ma anche del ragionamento umano e quella sequenziale, appartenente al libro (non ai quotidiani) e importante per l’apprendimento. In sostanza, se è vero che per un sito web esiste la prima pagina (home), non è vero che esiste la seconda. Questo è il nodo!

Altro... google sitemap generator, motori di ricerca, seo, SEO on page, sitemap.xml
Chiudi