Home » News » Robotica fai da te con Rapiro e Raspberry PI
Robotica fai da te con Rapiro e Raspberry PI

Robotica fai da te con Rapiro e Raspberry PI

Rapiro Robot Raspberry PISia chiama Rapiro, è un piccolo robottino dall’aspetto mite e positivo, e l’inventore è il giapponese Shota Ishiwatari famoso per aver inventato i Necomimi, ossia le orecchie da gatto che hanno avuto (incredibilmente a mio avviso) successo qualche anno fa soprattutto in terra asiatica.

Rispetto alla precedente invenzione con Rapiro l’inventore ha fatto notevoli passi avanti. Infatti Rapiro è un kit che permette di crearsi in casa il proprio robottino di 30 cm comandato tramite un Raspberry PI.

Il robot, con un aspetto molto simpatico e prodotto tramite l’uso di stampanti 3D, racchiude nella sua piccola statura tante funzionalità e possibilità di movimento che permetteranno a chiunque di “assaggiare” la robotica spendendo una cifra molto ragionevole. Chi si è avvicinato a questo mondo saprà che per realizzare un robot più o meno evoluto i costi sono sempre esagerati. Rapiro costerà tra i 199 e i 249 dollari e recentemente ha fatto registrare un grande successo sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter.

Il progetto Rapiro è stato pubblicato su Kickstarter il 20 giugno con l’obiettivo di raccogliere 20 mila dollari. Passati appena 4 giorni sono stati raccolti oltre 28mila dollari e ci sono ancora 55 giorni per poter sostenere il progetto. I numeri per ora fanno capire quanto le comunità di geek appassionati di elettronica, robotica e informatica erano in attesa di un qualche progetto come Rapiro.

Raspberry PI in a Robot HeadMolto carino e simpatico il robottino, ma cosa permette di fare? Rapiro usa come cervello un Raspberry PI posizionato ovviamente nella testa; ha un’interfaccia Ethernet e 2 USB dietro la testa dando la possibilità di interfacciarlo con vari dispositivi ampliando la possibilità di interazione e di operazioni che può compiere.

Il kit comprende 12 servo motori che permettono al nostro piccolo amico di spostarsi in tutte le direzioni e di compiere vari movimenti come afferrare oggetti o ruotare la testa. Sono presenti inoltre due led che fanno da “occhi” e l’alloggiamento per il modulo telecamera del Raspberry PI così da fornirgli la vista acquistando il modulo separatamente.

Ovviamente essendo basato su un Raspberry PI è aperto a qualsiasi customizzazione, mod, hack e gli stessi creatori lanciano qualche idea aggiungendo dei semplici elementi. Infatti collegandosi con una scheda buetooth o wifi a Rapiro lo si potrà comandare da tablet/smartphone oppure fornendogli connessione potrà diventare il tuo “assistente” notificandoti “di persona” eventuali nuovi messaggi su Facebook,Twitter etc.. Fornendogli un microfono gli si potranno impartire ordini vocali e così via. Ampio spazio alle idee e alle implementazioni.

Va segnalato che il Raspberry PI non è necessario al funzionamento di Rapiro in quanto nel kit è prevista una scheda che fa da microcontrollore per le funzionalità base. Ovviamente è installandogli il Raspberry PI che si ottiene il massimo da questi 30 cm di plastica.

L‘idea è molto buona e i primi feedback ottenuti su Kickstarter rendono chiaro questo concetto. La comunità di geek e smanettoni aspettava da tempo la possibilità di avere una “base” di robot da cui partire su cui poi divertirsi a implementare nuove funzionalità. 

Queste le parole del suo inventore:

“Credo che Rapiro può essere un catalizzatore tra robotica e Raspberry Pi.
Vogliamo avviare una rivoluzione nel mondo dei robot carini, a prezzi accessibili, personalizzabili e programmabili.
Se riusciremo nel nostro Kickstarter, pubblicheremo i dati 3D (. Stl) sul nostro sito web, che consentiranno a chiunque di personalizzare il RAPIRO con una stampante 3D. “

Questi di seguito i primi video di Rapiro, il nostro futuro amico robot

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 3    Media Voto: 3/5]
  • Riccardo

    Ciao,
    l’articolo è molto bello..solo una domanda..è già possibile acquistare il kit di Rapiro?
    Riccardo

    • Ciao Riccardo,

      cercando in rete ho visto che sia su Kickstarter che su un analogo sistema Asiatico

      https://www.makuake.com/project/rapiro/

      hanno raggiunto l’obiettivo quindi mi auguro che per il prossimo 2014 inizieranno ad essere consegnati.

Altro... rapiro, Raspberry PI, robot, robot rapsberry pi
Chiudi