Sicurezza

Operazione vendetta di Anonymous: illeso Paypal

50981cd8
Condividi!

Operazione vendetta. Ieri (5 novembre) era il giorno dedicato al rivoluzionario Guy Fawkes, anniversario di un fallimento avvenuto nel 1605 contro il Re Giacomo I d’Inghilterra, la cosiddetta “congiura delle polveri”. L’occasione per un’ondata di cyberattacchi volti a colpire diversi presidi digitali, dal sito del governo australiano alla piattaforma NBC. Anonymous non avrebbe però compiuto alcun attacco a PayPal. Secondo una nota diramata dal colosso dei pagamenti online, nessun account sarebbe stato toccato. Neppure una falla nei database dell’azienda statunitense.

Il collettivo hacker ha lanciato l’Operazione Vendetta, e su ImageShack, piattaforma per l’archiviazione e la condivisione di immagini, ha dichiarato: “Il sito è completamente nostro. Abbiamo il controllo fisico di tutti i suoi server. Lo avremo per anni”. Trafugate pagine di codice, indirizzi di posta elettronica e password cifrate degli utenti ImageShack.

Mentre è stata respinta la paternità degli attacchi al gigante della sicurezza informatica Symantec, nel mirino di un gruppo chiamato HTP. E intanto la protesa si proietta verso il Parlamento di Londra, “ma NON lo faremo saltare in aria”, hanno spiegato gli hacker, citando la congiura di Guy Fawkes.

 

Click to comment

Most Popular

Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem?

Temporibus autem quibusdam et aut officiis debitis aut rerum necessitatibus saepe eveniet.

Copyright © 2015 Flex Mag Theme. Theme by MVP Themes, powered by Wordpress.

To Top
Altro... collettivo hacker, colosso dei pagamenti online, guy fawkes, imageshack, la congiura delle polveri, operazione vendetta, paypal
Yahoo!: non ha la laurea in informatica, fuori Scott Thompson
Ecco Triangle by PayPal, il nuovo concorrente di Square
Chiudi