Home » Mobile » Paradosso all’italiana: connettività mobile a 250Mb, l’ADSL resta a 4Mb
Paradosso all’italiana: connettività mobile a 250Mb, l’ADSL resta a 4Mb

Paradosso all’italiana: connettività mobile a 250Mb, l’ADSL resta a 4Mb

ADSLRecentemente l’Italia ha fatto registrare un record storico nel mondo della connettività mobile. A Napoli, infatti, Vodafone ha eseguito i primi test di connettività in Super 4G raggiungendo la velocità di 250Mbps. Il paradosso all’italiana sta nel fatto che a fronte di questo record, le statistiche annuali fanno registrare che l’ADSL (dove arriva) è ancora ferma ad una media di 4.4 Mbps.

Ho rispolverato questa analisi di Linkiesta sulle media nazionali come banda larga e basta guardare questo grafico per capire come siamo fermi immobili sul fronte dell’ADSL. Come sempre siamo ultimi (o ci diamo un gran da fare per esserlo).

Statistiche Connettività Banda Larga

Queste sono le statistiche della velocità di connessione media per i vari paesi europei e l’Italia è all’ultimo posto con una media di 4.4 Mbps. Quint’ultima invece per la classifica come velocità massima disponibile.

Da una parte facciamo parlare di noi per i primi test del Super 4G, dall’altra ci sono persone che non sono ancora raggiunte dall’ADSL o, se lo sono, con standard qualitativi e banda molto poveri.

Possibile che ci distinguiamo come “precursori” o “pionieri” in qualche novità per poi non saper garantire il minimo indispensabile ai nostri cittadini? Basta ascoltare l’intervento di Crozza a Sanremo 2014 per avere un’elenco storico di genialate, intuizioni, novità ideate da italiani e poi cedute, perse, abbandonate, dimenticate.. 

Recentemente ho cambiato casa, mi sono spostato di non più di 5 Km dalla precedente, ma i 20 Mbps di connettività a cui ero orgogliosamente abituato sono ormai un miraggio. Il massimo che posso ottenere sono i 4.5 Mbps pagando ovviamente un canone che in realtà è pari a quello che paga chi ha la fibra 20Mbps a 5 Km da me. E’ corretto tutto ciò?

I politici parlano sempre di questa fantomatica Agenda Digitale, ogni re che passa deve sempre sottolineare che è un discorso che sta loro a cuore. Una volta spese queste belle parole non succede poi niente e la situazione resta nello stallo a cui siamo ormai abituati. E’ la normalità italiana no? Tutto è sempre così tremendamente normale. Nulla ci stupisce più.

A me invece fa rabbrividire. Vedere che se voglio avere una connettività degna di questo nome devo dotarmi di smartphone ultimo modello e un abbonamento costoso con limiti di traffico è assurdo. Se ho una Web Agency e mi serve una linea ADSL valida o prendo gli uffici in città o rischio che avrò connettività qualitativamente inferiori e, solitamente, economicamente più costose. 

Se invece sono in montagna o al mare e voglio postare un selfie sul mio social preferito posso farlo alla velocità della luce, wow! Grazie, davvero utile! Mi sembra che i social da mobile funzionino già bene con il 3G, era proprio necessario investire risorse e infrastrutture per avere il Super 4G mentre le aziende e i singoli privati non riescono a mandarsi un allegato un po’ più pesante del solito dall’ADSL di casa?

E voi che esperienze avete? Usate prevalentemente il mobile o avete anche voi ADSL che a seconda di che comune/via/civico/ abiti può essere molto efficiente o molto scadente?

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 2    Media Voto: 5/5]