Home » Mobile » Google Earth finalmente ottimizzato per Honeycomb!

Google Earth finalmente ottimizzato per Honeycomb!

Come la maggior parte di voi saprà i tablet Honeycomb possono installare ed eseguire quasi tutte le applicazioni destinate agli smartphone Android  anche  se con qualche riserva, dovuta alla scarsa ottimizzazione.

Le limitazioni più frequenti eseguendo applicazioni android per smartphone sui tablet si riscontrano nel mancato supporto dell’alta risoluzione e dei processori più evoluti come nel caso del Tegra 2 di Nvidia.

Google è la prima promotrice del suo sistema operativo mobile senza limitarsi però solo ad esso, di pimaria importanza sono infatti tutte le “google apps”, un ecosistema di programmi e servizi che nel giro di pochi anni sono diventati capisaldi del web e riferimento per molti nelle rispettive categorie.

Una di queste è senza dubbio Google Earth, una delle prime rappresentazioni della Terra (grazie a ben 197 milioni di miglia quadrate di foto fatte da satellite integrate con modelli tridimensionali di principali luoghi e punti di interesse sparsi per il mondo), tutto dal 2010 nelle tasche di ciascun possessore di un terminale Android sufficentemente aggiornato e potente.

Ma tutto questo non era ancora abbastanza perchè i tablet  sono una fascia di dispositivi ambiziosa, che lo stesso Steve Jobs definì come appartenenti all’era “post pc” e i tablet Android non potevano accontentarsi di essere solamente compatibili con Google Earth destinato ai loro fratelli minori.

Oggi Google ha finalmente rilasciato l’aggiornamento più atteso di una delle sue killer application, dandole  finalmente in una veste adeguata, aumentando la risoluzione ed ottimizzandola per i moderni processori multicore.

Come un vestito da sera su una bella donna, così la nuova versione del mondo fotografato da Google non sfigura al confronto della sua controparte desktop, facendo intravedere le potenzialità di un segmento che non conosce citrisi ma anzi è forte di una crescita che trascina l’intero settore dell’ IT costringendolo ad evolversi in funzione di una sempre maggiore e manifesta produttività in movimento.

L’aggiornamento di oggi porta con sè oltre alla risoluzione maggiorata e il supporto alle nuove piattaforme hardware un nuovo livello di dettaglio, con monumenti tridimensionali interamente mappati con texture rendendo le rappresentazioni delle maggiori città molto realistiche e i tour virtuali all’interno delle stesse molto verosimili. Tralasciando tutte le nuove opzioni possiamo dire che nel suo blog ufficiale Google paragona la differenza tra la versione per smartphone e quella per tablet android 3.0+ come il gap che separa l’esperienza cinematografica normale da quella di una proiezione fatta da un cinema IMAX.

Proprio in onore all’Italia e alle sue meraviglie nello stesso annuncio Google cita l’esperienza fantastica che si fa ammirando Roma e il suo Colosseo in Google Earth 2.0 per tablet: alla splendida rappresentazione poligonale si aggiungono le foto di Panoramio, che da ora possono essere visionate tramite dei popup che si espandono, senza più il bisogno di fare uno switch tra schermate come nella versione destinata agli smartphone. Per avere farvi un’idea date un’occhiata  all’immagine sottostante

.

Se questo è l’inizio non oso immaginare cosa saranno in grado di offrire Honeycomb ed Ice Cream Sandwich una volta che tutte le principali applicazioni native saranno state ottimizzate! E voi cosa ne pensate? Fateci conoscere i vostri commenti..

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Altro... android, Google Earth, Google Earth Honeycomb, Google Earth Mobile, honeycomb
Chiudi