Home » News » Google Contributor, pagare per non vedere la pubblicità
Google Contributor, pagare per non vedere la pubblicità

Google Contributor, pagare per non vedere la pubblicità

Google ContributorAddio, pubblicità invadente e fastidiosa.

Sicuramente sono moltissimi gli utenti che, navigando sul web, hanno pensato almeno una volta di poter addirittura pagare per poter finalmente eliminare quella pubblicità fastidiosa e poco piacevole da vedere.

Sicuramente Google ha capito che la pubblicità sul web, in alcune occasioni, risulta essere tutt’altro che gradita, ed è per questo che Google ha lanciato la versione beta di Contributor: si tratta di una funzione che permette agli utenti di poter appunto pagare e di non vedere più la pubblicità sui siti web che hanno aderito alla nuova iniziativa di Google.

La nuova funzione studiata da Google.

La pubblicità sul web per gli utenti risulta essere molto più fastidiosa della classica pubblicità sui giornali o quella che viene trasmessa alla radio o durante i programmi televisivi, dato che per poterla evitare basta cambiare canale, cosa impossibile da fare sul web, soprattutto se quella pagina interessa in maniera particolare agli utenti.

Per questo motivo Google ha deciso di creare un nuovo progetto abbastanza ambizioso, che attualmente è ancora alla fase beta, e che sicuramente subirà diverse modifiche prima del rilascio ufficiale.

Tale programma prende il nome di Google Contributor, e permette agli utenti di poter finalmente realizzare questo desiderio che per molto tempo è rimasto chiuso nel cassetto, e che dunque non è ancora stato possibile rendere reale, ovvero il poter rimuovere la pubblicità dai vari siti web.

Questo progetto ha alla base un concetto abbastanza semplice ed intuitivo: gli utenti che non vogliono più vedere la pubblicità all’interno di un sito web devono semplicemente versare un piccolo contributo, che può essere di uno, due o tre dollari, ed ecco che la pubblicità verrà completamente rimossa dai siti web.

Ovviamente, questa verrà rimossa solo ed esclusivamente dai siti web che hanno aderito al nuovo progetto lanciato da Google: chi invece è ancora indeciso oppure non ha intenzione di partecipare a questa nuova iniziativa avrà la sua pubblicità presente nel sito web, senza che nessuno possa far nulla per poterla eliminare.

Il contributo che gli utenti pagheranno per la rimozione della pubblicità verrà utilizzato da Google per i pagamenti nei confronti dei siti web partner che hanno deciso di prendere parte a tale iniziativa.

Essendo questi siti “mantenuti” in vita dalla pubblicità, se questa dovesse essere completamente rimossa il proprietario del sito potrebbe non ottenere una piccola entrata economica, ed è per questo che ogni possessore del sito che ha aderito a tale progetto verrà pagato da Google per rimuove la pubblicità presente nel sito.

Bisogna però tenere presente che coloro che hanno deciso di far parte di questo progetto non sono obbligati a rimuovere la pubblicità dal loro sito, anche se in questo caso naturalmente non riceveranno alcun compenso da parte di Google.

Per ora, ad aver accettato di far parte del programma di Cotributor sono solo i siti americani, e questo per il semplice fatto che, ancora ad oggi, il programma di Google è ancora alla sua versione beta, e dunque potrà essere utilizzata solo da un ristretto numero di utenti e si potrà accedere a pochissime funzioni.

I proprietari dei siti che rimuovono la loro pubblicità potranno inserire al suo posto un messaggio di ringraziamento, e ricevere il pagamento da parte di Google.

Si tratta di un progetto interessante ed ambizioso che potrebbe però non avere successo, visto che in passato Google ha provato diverse volte a lanciare sul web tale funzione senza però riscuotere grandissimo successo, abbandonando completamente le idee, che si sono spente nel corso di pochissimo tempo.

Se poi si aggiunge il fatto che questa funzione dovrà essere pagata, sarà difficile riuscire a stabilire quante persone decideranno di donare un minimo di un dollaro fino ad un massimo di tre, visto che sul web è possibile poter trovare tantissimi programmi gratuiti che permettono di poter rimuovere la pubblicità su ogni singolo sito web nel quale si naviga.

Uno di questi programmi è AdBlock, il quale appunto è completamente gratuito e funziona come una qualsiasi altra estensione dei browser di navigazione, e permette agli utenti di poter rimuovere, in maniera gratuita e automatica, la pubblicità presente sul web.
Un nuovo successo oppure un altro flop da parte di Google?
I dubbi e le perplessità in merito al successo di Contributor sono tantissime, e se si prende in considerazione che non sempre Google ha compiuto delle scelte azzeccate, i dubbi aumentano parecchio.
Bisogna ovviamente tener conto che della funzione si sanno solo le informazioni basilari, e che dunque Contributor potrebbe riservare delle piacevoli sorprese.
Solamente attendendo ancora si potrà capire effettivamente quale sarà il vero futuro della nuova funzione di Google, ovvero Contributor.

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]