Home » News » Google Autonomous Car: sfreccia con licenza sulle strade del Nevada

Google Autonomous Car: sfreccia con licenza sulle strade del Nevada

Novità per la Google Autonomous Car, che dopo l’approvazione della domanda di licenza presentata da Big G al dipartimento di veicoli a motore del Nevada per testare i veicoli autonomi sulle sue strade, vede sfrecciare le famose “macchine automatiche” sulle assolate strade Usa, del Nevada!

Un’approvazione avvenuta senza problemi quella in Nevada che già a partire da giugno dello scorso anno aveva iniziato a lavorare al programma di licenza dei veicoli autonomi, onde creare un’apposita normativa per consentire alle “macchine automatiche” di viaggiare sulle strade pubbliche con tanto di licenza.

Una specifica normativa che disciplina quindi la circolazione su strada delle Toyota Prius modificate da Google per la guida automatica, che potranno circolare per le strade del Nevada solo nel rispetto delle seguenti precondizioni quali:

  • le aziende che desiderano testare le Google Autonomous Car devono obbligatoriamente sottoscrivere un’assicurazione di 1 milione di dollari per mettere in strada fino a 5 veicoli e garantire tutti coloro che si troveranno ad incrociare i percorsi stradali delle Google Car;
  • è necessario fornire un dettaglio dei percorsi in cui si ha intenzione di testare le vetture e in quali condizioni;
  • a bordo delle Google Autonomous Car ci devono essere in ogni momento 2 persone, con una delle due al volante, onde assumere il controllo del veicolo tempestivamente in caso di necessità;
  • gli appassionati non possono utilizzare questo tipo di veicoli;
  • le stesse Google Autonomous Car devono aver superato un tempo di guida minimo, pari a 10.000 miglia.

Al via libera dunque per le Google Autonomous Car sulle strade del Nevada, ove il Comitato di Revisione Autonoma del DMV Nevada ha rilasciato la prima licenza ed ha approvato una targa dedicata, raffigurante il simbolo di infinito su uno sfondo rosso, scelto dal direttore del Nevada DMV Bruce Breslow in quanto “Mi sono sentito che il simbolo di infinito era il modo migliore per rappresentare l ‘auto del futuro” ed ha precisato “La targa rossa sarà facilmente riconoscibile e verrà utilizzata solo per i veicoli autonomi in prova muniti di licenza. Quando arriverà il momento in cui i costruttori di veicoli autonomi venderanno veicoli al pubblico, il simbolo di infinito apparirà su una targa con sfondo verde.

Una grande anzi grandissima occasione per le sue Google Autonomous Car, questi veicoli automatici senza autista, che potranno, girare “liberamente” sulle strade di Carson City e Las Vegas con tanto di targa ad indicarle come “veicolo autonomo”, nella speranza per Big G di ottenere risultati positivi onde procedere sulla strada della commercializzazione delle vetture: un’occasione che indubbiamente farebbe gola a tanti, specie a tutti coloro che sono affetti da gravi problemi di vista, che dopo l’esempio-test di Steve Mahan, non vedente al 90% (da noi trattato il 25 aprile), vede nelle Google Autonomous Car la possibilità di vivere una nuova vita in cui compiere azioni quotidiane che altrimenti gli sarebbero impossibili!

E diverse sono infatti le aziende interessate al progetto delle automobili senza autista, sebbene queste siano ancora in fase “beta”, ma lo stato del Nevada e Google, guardano già al futuro ed al giorno in cui queste “automobili intelligenti” verranno vendute come qualsiasi altra vettura al pubblico: un futuro lontano o un prossimo futuro?

 

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]