Home » News » Flash Keyboard: App Android Più Scaricata
Flash Keyboard: App Android Più Scaricata
L'app Android più scaricata

Flash Keyboard: App Android Più Scaricata

Flash Keyboard è all’apparenza una semplice tastiera che permette di utilizzare le emction; secondo una ricerca di PenTEst è stato appurato che la funzionalità di questa tastiera non si limita semplicemente ad essere una semplice Keyboard bensì spia il comportamento degli utenti, trasmettendo le informazioni in Cina.

Flash Keyboard è un’app Android che è stata scaricata da oltre 50 milioni di utenti, battendo anche l’app di messaggistica più popolare, WhatsApp.
La domanda sorge spontanea: perché una semplice tastiera dovrebbe esser stata creata per spiare il comportamento degli utenti?

Flash Keyboard è una tastiera alternativa che permette di sfruttare tantissime funzioni aggiuntive ( emoction, adesivi, ecc) e inoltre è dotata di un sistema con correzione automatica.
Lo scorso febbraio Flash Keyboard risultava tra le app più scaricate da Google Play e secondo la ricerca effettuata da PenTest l’app avrebbe altri scopi quali visualizzare pubblicità non richiesta, spiare gli utenti, registrare il loro comportamento e inviare questi dati a server in Cina.

Infatti, se andiamo ad analizzare l’elenco delle autorizzazioni ci accorgiamo che Flash Keyboard chiede l’accesso ad ogni sezione del proprio smartphone. Alcune ragioni sono più che logiche ma il fatto, ad esempio che l’app sostituisce la schermata di blocco predefinita con una in cui vengono mostrati annunci pubblicitari la dice lunga; ovviamente si tratta di un metodo per monetizzare ancor di più.

Un’altra autorizzazione che dovrebbe farci riflettere è sicuramente quella relativa ai servizi di geo-localizzazione oppure, ancora, quella relativa al permesso di arrestare ogni processo attivo sullo smatphone: questa tecnica è utilizzata molto spesso per far penetrare malware nello smartphone che mettono fuori uso ogni tipo di antivirus.

È quindi molto palese la non coerenza di Flash Keyboard: la privacy di ogni utente è a rischio poiché tutti i dati sono analizzati da server presenti in Cina.
Secondo i ricercatori l’app “non è stata sviluppata con l’intenzione di nuocere agli utenti” però mettono comunque in primo piano tutti gli aspetti “negativi”: la maggior parte delle funzioni dell’app viola le linee guida di Google.

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
Altro... android, app
Chiudi