Seo&Social Media

Comparire primi su Google: trucchi SEO Anche per Principianti

Prima Pagina Google

Comparire primi su Google è il desiderio di qualsiasi azienda, blogger e libero professionista che vuole aumentare la sua visibilità organicamente.

A questo punto ti starai chiedendo come diventare primi su Google, il concetto è proprio questo: per farlo serve tanto studio, lavoro ed esperienza sulle spalle. Ma se non ne hai? Ecco qualche trucco SEO che ti aiuterà a posizionare il tuo sito web.

Posizionamento e indicizzazione

Molti non sono a conoscenza della differenza tra posizionamento e indicizzazione di un sito web. Eccola:

  • Posizionare un sito internet su Google: un insieme di tecniche e strategie SEO per posizionare siti web nei motori di ricerca, con lo scopo di arrivare tra le prime pagine.
  • Indicizzare un sito web su Google: segnalare ai motori di ricerca, la presenza della propria piattaforma online, affinché essa ne prenda atto e iniziare a dargli un ranking ben preciso.

Utilizza la Search Console

Il primo passo che devi fare per indicizzare il tuo sito è quello di andare sulla Search Console di Google e aggiungere ad essa, il tuo sito.

Per farlo, quando noterai la barra URL, quest’ultima dovrà contenere il dominio del sito. Una volta fatto questo procedimento, clicca sul tasto “non sono un robot” e manda la tua richiesta.

Utilizza il Web Master di Google

A questo punto, utilizzando sempre il tuo account Google, entra sul tool Web Master e clicca su “aggiungi una proprietà“.

A questo punto il motore di ricerca ti farà scaricare un file che solo dopo aver eseguito le sue istruzioni, potrai fare l’upload affinché il tuo sito sia indicizzato su Google.

Uno dei trucchi per uscire primi su Google, è quello di semplificare il più possibile un sito web. Rendi l’interfaccia comprensibile e intuitiva, anche il menù non dev’essere troppo confusionario, bensì semplice e diretto.

Google darà un buon ranking alle piattaforme che si presentano molto user-friendly. Viceversa il tasso di rimbalzo aumenterà e gli utenti abbandoneranno il sito in ben che non si dica.

Analizza il codice sorgente

Se sei soprattutto ai primi passi, molti non ti hanno detto che per comparire primi su Google è necessario analizzare il codice sorgente. Ciò non significa che dovrai saper programmare, ma sapere le basi di un buon posizionamento.

Google analizza:

  • Il codice in HTML;
  • I relativi tag degli articoli;
  • La meta description;
  • La natura dei link;
  • Le Keyword;

Se hai costruito il tuo sito con un CMS, puoi analizzare tutto ciò grazie al codice sorgente che puoi vedere direttamente dalla piattaforma che stai utilizzando. Il alternativa premi CTRL + U  da tastiera.

Evita la penalizzazione

Una delle situazioni assolutamente da evitare è il rischio di farsi penalizzare. Qualora il motore di ricerca ti penalizzasse, uscirne non sarà così semplice. Dovrai richiedere aiuto ad un esperto SEO.

Per evitare di farti penalizzare, cerca di:

  • Non forzare le Keyword nel testo;
  • Evita gli errori di ortografia e anche quelli grammaticali;
  • Non inserire il testo nelle immagini;
  • Non copiare e incollare articoli da altre fonti;

Cerca di utilizzare il buonsenso per riuscire a creare contenuti unici e di qualità e a tutti i costi evita di inserire duplicati.

Aggiorna i contenuti esistenti

Tra gli ultimi algoritmi importanti di Google, per scalare la Serp sarà necessario aggiornare i vecchi contenuti esistenti.

Inserisci le novità relative a quell’argomento e modifica il più possibile il tuo articolo, Google è abbastanza intelligenza da capire se è una modifica forzata o se è realmente utile agli utenti.

Qualora lo fosse, ti premierà aumentando il ranking di quella pagina, proprio perché hai rivisto un vecchio contenuto e lo hai “rinfrescato“.

Stai sul pezzo

Non soffermarti alle fonti della tua stessa lingua, ma sii più veloce degli altri. Analizza i competitors, come si muovono e ogni quante volte pubblicano nuovi trend/argomenti.

Cerca di stare sul pezzo, le fonti inglesi sono sempre più avanti di noi. Quindi se sai tradurre dall’inglese all’italiano, allora non ti fermerà nessuno.

Scrivi articoli statici

Naturalmente dipende tutto dalla tipologia del tuo sito web, qualora fosse un giornale o un sito di cronaca, i contenuti e gli articoli che andrai a redigere sono certamente dinamici.

Ma quando hai la possibilità scrivi anche articoli statici. Quelli che difficilmente variano nel tempo, quelli che mantengono sempre un certo standard, ad esempio qualora il sito trattasse “posizionamento”, un esempio sarebbe quello di scrivere “Cos’è la SEO“?.

Fai la differenza

Come comparire primi su Google, se fai le stesse identiche cose degli altri? Perché un utente dovrebbe preferite piuttosto che un altro?

Non ci sono trucchi per essere primi su Google, ma serve aver creatività. Redigi articoli e contenuti differenti da ciò che si vede ogni giorno, così darai un motivo ai tuoi utenti per tornare a visitare il tuo sito web.

Click to comment
To Top
Leggi articolo precedente:
Smart Working
Smart Working: le professioni che lo praticano di più

App Gambling
Casino e tecnologia: l’era delle applicazioni di gambling

Migliori App Casinò
Migliori applicazioni di casino per smartphone: gli italiani amano il mobile

Chiudi