Home » News » Come accedere a TorrentReactor? Ecco il proxy per aggirare il blocco
Come accedere a TorrentReactor? Ecco il proxy per aggirare il blocco

Come accedere a TorrentReactor? Ecco il proxy per aggirare il blocco

Come accedere a TorrentReactor?

Come accedere a TorrentReactor?

Come accedere a TorrentReactor? È quasi una costante, con cadenza regolare tutti i maggiori portali che si occupano di Torrent vengono sospesi. Ultimo, solo in ordine di tempo, è il caso dei celebri TorrentReactor.net e Torrents.net. Al momento è impossibile accedere a questi domini. Il frutto di un’indagine anti-pirateria disposta dalla Federazione dell’Industria Musicale Italiana.

Una perdita per migliaia di utenti italiani, visto che TorrentReactor è uno dei siti più visitati dai navigatori del BelPaese (la pagina ha registrato 600.000 visite mensili). Torniamo allora al nostro interrogativo di partenza: Come accedere a TorrentReactor? La necessità ha portato allo sviluppo un server proxy che ci permette di accedere a TorrentReactor, Torrents.net, KickAssTorrents e The Pirate Bay. Itorrent, questo il nome del proxy che dovrete utilizzare. Siamo stati utili?  

iTorrent Proxy

  • Andrea Dell’Acqua 1986 busto g

    INFORMATE ALMENO SUI METODI, NE VA DEL MERIDIONE E DEL RESTO DELL’ITALIA, SONO I “NUOVI” METODI CRIMINALI: COME FATTO AL SUD, FANNO AL NORD. LA GUERRA FREDDA DELLA “PSICO(IN)CIVILIZZAZIONE” STATUNITENSE – LE MAFIE PER FINI IDEOLOGICI – LA VESSAZIONE PER FINI POLITICI – LA VESSAZIONE MAFIOSA PRO-ELITARIA PER LA SPARTIZIONE ELITE / SOTTOMESSI. CONCORDIA

    In Busto Garolfo (Mi – Italia), non potendo escludere altre località in Provincia (ad esempio Parabiago) ed Italia, vi sono individui collusi in associazioni a delinquere di stampo mafioso e collusi in associazioni di Stalker Organizzati a Gruppi non dissimili dalle mafie, costituite da mercenari, mafiosi, terroristi, neo nazisti, satanisti, stalker, dipendenti delle Forze dell’Ordine e forze di sicurezza pubblica e privata, dipendenti di Servizi d’Intelligence e Militari od Ex-Militari Italiani, che “operano” ed agiscono (in base o comunque a favore di piani strategici che non possono non appartenere all’Intelligence ed altri apparati degli U.S.A., anche perché sono finanziati, in cima, da coloro che hanno interesse ad indebolire la nostra Economia, Società, ricchezza, Influenza Internazionale), in accordo con dipendenti e professionisti collusi collegati a società Straniere ed Italiane (connesse ai comparti chimico-farmaceutico, dell’aviazione, della Difesa, incluso quello degli Armamenti, Telecomunicazioni satellitari e terrestri, connesse alla gestione-manutenzione di Torri TLC, d’Informatica, Biotecnologie e connessi alle scienze biofisiche e biochimiche, oltre ad altri), utilizzando a distanza dalle Vittime Civili Inermi, per lunghi periodi e più o meno intensamente, in un arco temporale di diversi anni e con crescente spudoratezza, vere e proprie “armi ad energia diretta” e strumentazioni realizzate allo scopo, per danneggiare e/o disturbare e finanche bloccare il funzionamento di dispositivi elettronici (rimediabile spostando i dispositivi, ove possibile), incluse le antenne per automazione, elettrodomestici e computer (es. ingenerando “errori” computazionali con conseguente incremento di carico), firewall e server, cavi dati e telefonici, telefonini cellulari (segnale di rete), cavi elettrici (vengono a mente gli episodi di Caronia), per ledere le cellule ed i tessuti, incluso quello nervoso, gli organi del corpo Umano, disturbarne selettivamente il normale ‘funzionamento’ biochimico-biofisico, intimorire/estorcere. Oltre alle Vittime, vengono presi di mira conoscenti, parenti, rendendoli se possibile, collusi de facto, magari usando in taluni casi evoluzioni dell’effetto descritto da Allan Frey al fine d’intimidire e plagiare.

    L’uso di strumentazioni ed “armi ad energia diretta” (probabilmente piccoli, trasportabili e nascondibili laser a frequenza variabile, maser, antenne o parabole modificate, dai ‘consumi elettrici domestici’, o chimicamente alimentati anche tramite piccoli generatori) forse sfruttanti l’emissione di multiple tipologie di radiazioni elettromagnetiche non-ionizzanti (o debolmente) specifiche, in funzione della chimica “da colpire” presente in un volume (forse, finanche capaci di interferire con specifico DNA, forse sulla base di nozioni afferenti le scienze biofisiche, biochimiche, le teorie dei segnali), in funzione delle molecole ed ioni presenti in un volume, è, per le Vittime colpite, potenziale causa di tumori, infarti, dolori, malori, debilitazione del sistema immunitario, patologie, possibile spiegazione per sospette ed inspiegabili morti, anche nel sonno, anche in quanto possibile cause di gravi e mortali problemi celebrali (alle radiazioni e.m., ionizzanti oppure no, si può essere sensibili se sensibilizzano-eccitano la chimica dei neuroni sensori oppure no, se ne eccitano altra).

    I criminali individuano la posizione delle persone negli edifici mediante strumentazioni simili a radar e presumibilmente basate sulla rilevazione delle “onde riflesse” dalla chimica organica. E’ possibile che il sistema venga utilizzato, su individui, per trasferire script sotto forma di ‘impulsi’ al sistema nervoso, sugli assioni nervosi principali e relativi a tatto udito e vista, oppure per rendere ‘difficoltoso e pesante’ il pensiero. E’ possibile che gli strumenti vengano nascosti in cavedi od in pareti, potendo emettere radiazioni e.m. attraversanti le stesse, comandati dalla distanza in remoto in quanto dotati di automatismi e meccanismi di puntamento si suppone (presumibilmente, allo scopo di eludere controlli).

    E’ possibile che le linee telefoniche e la privacy nelle telecomunicazioni delle Vittime, vengano violate illegalmente da individui non necessariamente appartenenti allo stesso gruppo locale.

    Sollecito a non disinteressarsi dei metodi e di cosa sono capaci ad oggi alcuni gruppi criminali e stalker organizzati. Le nuove Vittime non devono cadere nella disperazione perché non capiscono cosa accade quando gruppi criminali usano questi metodi e strumenti (niente di paranormale, è da evitare lo scambiare lesioni dovute a quanto sopra per malattie ad altro dovute). Bisogna pensare alle Donne, a Minorenni ed ai rischi connessi a sfruttatori che dispongono di tali sistemi ed i favori da parte di alcuni deviati nello Stato. L’annichilimento determinato dallo Stalking, la riduzione delle possibilità per le vittime di esercitare i propri diritti, incluso quello al lavoro (impossibilitandolo, ostacolandolo, togliendolo), possono essere finalizzate anche all’induzione in schiavitù ed alla prostituzione. Lo Stalking Organizzato e le mafie sono, per le Vittime, la medesima cosa, anzi il primo è più annichilente, più distruttivo, dal primo ci si può tutelare con maggior difficoltà, in quanto i Gruppi di Stalker costituiscono proprio Nuove mafie.

    Gli strumenti ed il metodo criminale, essendo stati implementati, sono probabilmente utilizzati oltre che, contro singoli Civili come nel caso di chi scrive, anche per ‘controllare’ la prostituzione e/o danneggiare onesti imprenditori ed imprese a vantaggio dei collusi, senza che nemmeno si accorgano della ‘mano invisibile’ delle “armi ad energia diretta”: le conoscenze e le Vittime possono essere colpite alla testa, secondo la volontà del criminale che utilizza gli strumenti, in modo specifico e per lunghi periodi di tempo, determinando l’emersione di differenti condizioni emotive e stati mentali (per esempio allo scopo di rendere difficile tra loro la comprensione degli avvenimenti) in funzione delle aree celebrali e della chimica sollecitata.

    Anzi che verificare seriamente, Carabinieri in accordo con personale sanitario lasciano esasperare le Vittime che hanno già fatto segnalazioni e poi mettono a tacere le stesse Vittime impedendo la formalizzazione delle denunce, screditandole richiedendo Trattamenti Sanitari, facendole passare per pazze (ripeto, senza avere fatto alcuna verifica nemmeno formale) di modo da mantenere il silenzio e permettere il continuare delle sperimentazioni ed attività illegali.

    In sostanza il territorio viene utilizzato come campo di sperimentazione, una sorta di Lager a cielo aperto, gestito da reti criminali, mercenarie, paramilitari, già diffuse ed/od in costruzione, di delinquenti organizzati, reti abituate al crimine, infiltrate, influenzanti e danneggianti le Istituzioni, la Società, l’Economia, la Politica, Gruppi Religiosi e Sette (es. Scientology, Testimoni di Geova), di modo da creare le condizioni per trovare nuove Vittime e collusi carnefici da ricattare ed usare; reti che, viste le tendenze economiche nella NATO, favoriscono determinati Stati (U.S.A.), individui od Aziende e Corporazioni; reti abituate al crimine ed alla violazione di quanto sancito dalla carta ONU dei Diritti dell’Uomo ed in genere dei Diritti Umani, oltre che Civili, delle Vittime-cavie, identificate come assoggettabili alle sperimentazioni illegali o rese idonee allo scopo, catalogate, isolate mediante operazioni di plagio, soggette a multiple e crescenti vessazioni nel tempo.

    Tra i criminali collusi di gruppi come sopra organizzati, vi sono professionisti e dipendenti collegati al settore dei Servizi alla Persona e Servizi Sociali e dei centri per la cura delle malattie psichiche che, loro malgrado od al contrario con cognizione ed interesse, trattano non-malati, temporaneamente ed artificiosamente ‘trasformati’ in tali mediante ‘l’interferenza attiva’ di dispositivi esterni, divenendo come minimo complici di reati e violazioni di diritti, di ulteriori lesioni e danni creati dalla somministrazione di sostanze chimiche ‘terapeutiche’ per malattie che non esistono, facendo guadagnare in particolar modo chi produce, distribuisce tali sostanze, arrecando invece danno sociale, economico, finanziario alla Nazione, creando dipendenza, permettendo il continuare, nel silenzio, delle sperimentazioni sulla popolazione da parte di criminali peggiori transnazionali, che assieme ad altri, indeboliscono, “invitano”, premono, ad indebolire, dividere, privatizzare, rendere meno utile e benvisto, ogni apparato della Nazione per poter avere sempre maggiore influenza sulla vita delle persone, riducendo le possibilità di opporsi a violazioni sempre peggiori.

    Tra i criminali collusi nell’organizzazione mafiosa – paramilitar locale (dello stampo descritto in precedenza, eseguente anche incendi e furti di veicoli) comprendente diversi Gruppi di Stalker associati , oltre a dipendenti della ASL n.1 di Milano, dell’U.O. di Legnano, Agenti ed ex, Carabinieri della zona ed ex-militari, vi sono individui domiciliati od entranti (amicizie, data la ovvia assenza di denuncie, l’omertà, l’eccessiva tranquillità e spavalderia nel commettere i reati) nel civico di Via Amatore Sciesa 29 (stando alle caselle postali Riente S. Sollitto Mr., Carlesi-Labat Blue Coat, Latrecchiana I., Guerriero E. Denti A., Rosana M., Pinciroli M., Balzan G. Crestani L., Citterio M.L.) a Busto Garolfo nonché altri nel vicinato (es. Sana, Nigro); all’interno, oppure coinvolti dalle azioni, della stessa organizzazione vi sono diversi appartenenti alle famiglie Zanzottera, Raimondi, Chiappa, Crotti, Dell’Anna, Bottini, Barni, Branca, Lista, Sana, Negri, Negrini, Caprarulo, Bignami, Mares, Pisoni, Gadda, Parotti, Marchiori, Pinciroli, Rosana, Ceriotti, Pizzo, Grimi, Bianchi, Castoldi, Pedretti, Santamaria, Colombo, ed anche Mammone e Grande (questi stando alle caselle postali, alcuni sono, essi stessi oppure strettamente collegati ad individui che hanno un lavoro ed occupano anche posizioni di “rilievo” nel comparto Psichiatria, Psicologia, Neurologia, in genere Medicina, Farmacia, altri nel commercio dell’oro e preziosi, altri nel comparto della sicurezza – Forze d’ordine, Guardie private, Agenti di polizia – altri ancora nel business delle onoranze funebri, altri nelle costruzioni, rifiuti pericolosi o speciali, altri nella giustizia e della difesa dei diritti – Avvocati, Magistrati – molti sono fortemente connessi alla Politica ed Imprenditoria anche dei settori dell’alimentazione, dell’intrattenimento e spettacolo – inclusa la televisione), queste ultime due famiglie sono presumibilmente implicate anche nella costruzione di falsi e storie (non potendo escludere se sotto ricatti o pressioni, per giunta improbabili in conseguenza ad alcuni eventi) e strettamente collegati a forze dell’ordine colluse ed a soggetti collusi del settore sanità e farmaceutica (ovviamente compartecipi degli scambi di favori interni alle lobby per la sussistenza delle stesse, per esempio relativi alle vendite e prescrizioni) colluse come invece lo sono sicuramente i Raimondi, Sana, e taluni nel condominio di Via Sciesa 29 oltre ad altri nel vicinato. Sono coinvolti domiciliati o lavoratori in Via Carlo Noe, Via Baracca, Via San Francesco, Via Parabiago, Via Vercesi, Via Cimabue, Via Ciro Menotti, Via XXIV Maggio, Via Montesanto, Via Maroncelli, Via Cairoli, Via Fratelli Bandiera, Via Giussano, Via Monte Rosa, Via Fratelli Rosselli, Via Manzoni, Via per Arconate e Via Olcella in Busto Garolfo. Sono coinvolte attivamente (anche se forse in precedenza colpite e “rese complici”, oppure in forza di uno scambio di favori) aziende, anche informatiche (connesse anche a Raimondi e Pinciroli), sia in Busto Garolfo (BinHexs s.r.l., Sistech s.a.s.) che fuori. Parenti di chi scrive sono stati apparentemente soggetti al “lavaggio del cervello” mediante tecniche a me non note, intimiditi o resi collusi, resi indisponenti ed incapaci a trattare determinate argomentazioni quando collegabili agli avvenimenti, hanno comportamenti estremizzati dalla calma irreale e distacco a fronte delle descrizioni degli eventi alla sproporzionata irascibilità a fronte di tranquille argomentazioni tra gli stessi (come se fossero soggetti ad un’influenza esterna, invisibile, inudibile, a mutarne il comportamento, presumibilmente causata dalle strumentazioni citate). I parenti delle Vittime, resi collusi, ricattati, spaventati, forse anche lesi in precedenza, oppure già complici, si adoperano mettendo o lasciando mettere in atto gli accorgimenti necessari per mettere a tacere e screditare le Vittime che vogliono parlare di quanto viene fatto alle stesse, per evitare ritorsioni oppure perché accondiscendenti: per esempio usano coinvolgere alcuni tra gli aguzzini od i loro vicini allo scopo di chiamare “testimoni” che neghino quanto accade alle Vittime in altri momenti e/o fare apparire gli stessi estranei alle collusioni (quando invece non lo sono) anche durante gli eventi (che comunque sono specificamente rivolti a danneggiare e ledere le singole Vittime e non certo eventuali innocenti testimoni che, per i criminali, sono semmai utili a screditare le Vittime), complici volontari oppure no, a conoscenza dei piani oppure no, di situazioni artefatte per coprire le attività illegali e sviare le indagini facendo apparire inattendibili le vittime, tramite appunto il coinvolgimento di moltitudini d’individui.

    Ulteriori coinvolti sono Dott.ssa Gatti, Dott.Musazzi. Gli strumenti, di cui sono dotati i criminali, utilizzati come armi dall’interno degli edifici anche circostanti il civico 40 (bersaglio) di Via Maroncelli in Busto Garolfo, determinano, quando sensibili, effetti simili a quelli di maser (microonde intense concentrate, già capaci di attraversare le pareti) anche se si comprende che lo spettro di radiazioni utilizzate è “ampio”, si verificano anche sintomi simili a quelli determinati dal forte calore, anche solo apparente, molto localizzato e di rapido incremento, estreme e tendenzialmente temporanee difficoltà di concentrazione e memorizzazione quando ad essere colpita è la testa, sintomi che svaniscono spostandosi (non-togliendo che l’esposizione alle intense radiazioni e.m. è comunque dannosa sino a determinare dolori alle articolazioni limitatamente ad un breve periodo successivo, secchezza della pelle localizzata, arrossamenti, screpolature, dermatiti, dolori muscolari, rapido incremento con successiva stabilizzazione di nevi in numero e dimensioni, limitato ad un breve arco temporale successivo all’esposizione d’intense radiazioni, tutti localizzati nelle zone colpite troppo a lungo, con la testa sottoposta a lunghe esposizioni si verifica la permanenza per medi periodi della difficoltà a memorizzare o difficoltà a ricordare e richiamare le parole adatte e coniugarle correttamente, perdita della memoria anche di eventi recenti).

    Nella famiglia di chi scrive, in passato ed in concomitanza di eventi relativi a (tentativi) di separazioni a causa di violenze domestiche, qualche parente si è “schierato dalla parte” delle Vittime che subivano le violenze (anche in considerazione della conoscenza del carattere violento, aggressivo, vile, del colpevole, che in pubblico manifesta ovviamente comportamento differente, ma in famiglia come in molte famiglie in Italia…), Vittime che comunque erano già state divise tra loro e messe contro le più deboli: chi ha “osato” attribuire le colpe è stato “casualmente” colpito presumibilmente alla testa allo stesso modo delle Vittime dell’Organizzazione Locale attuale (forse da appartenenti alla stessa, con simile strumentazione, tanto che parentele degli attuali coinvolti nella Locale sono/erano nelle immediate vicinanze della ex-residenza, senza significare necessariamente accordo tra i componenti dei gruppi dotati di strumentazione di allora ed chi ha praticato violenza in famiglia allora, potendo significare che il gruppo criminale di allora avendo cognizione della situazione famigliare e degli averi abbia optato per dividere allo scopo di aumentare le probabilità di accaparrarsi qualcosa in qualche maniera), causando quegli aspetti (anche della psiche, apparentemente) che sono stati favorevoli ai violenti per sbarazzarsi di chi ha “osato”, facendo preferire, ai famigliari dei colpiti (i famigliari di chi ha anche “osato”), il procedere a silenziare chi ha “osato” facendo mettere in atto una catena di eventi per dichiarare l’incapacità d’intendere di chi ha “osato” schierarsi contro la violenza, denotando un precedente agire fors’anche mafioso da parte degli stessi che ora cercano/preferiscono il fare tacere chi scrive e segnala collusioni oltre a segnalare l’uso di strumentazioni tecnologiche finalizzate proprio a dividere, impedire, ledere, silenziare, screditare, mediante azioni prolungate nel tempo il cui scopo è di creare caos, collusioni, abusi e mettere a tacere definitivamente chi era tra le Vittime in precedenza (dunque chi, una volta screditato definitivamente, non deve parlare ed essere ascoltato in quanto un problema per la criminalità) ed è ora oggetto delle “armi ad energia diretta” usate contro la persona e quanto di elettronico a sua disposizione (ogni volta che è possibile, anche in considerazione dei consumi delle stesse armi); “incidentalmente” individui vicini ad alcuni della Organizzazione Locale attuale sono entrati in possesso degli averi della vittima che “osò” e che ora è nelle condizione di non poter più parlare (e sicuramente la memoria sua degli eventi non è più molto buona, considerato ove è stata fatta finire). Parrebbe che, se la Locare criminale di allora è la stessa di oggi oppure ne fanno parte i parenti, il crimine segua un metodo preciso: il Gruppo segue la famiglia da colpire ed induce l’avvenire di eventi, ovvero mediante la conoscenza della situazione famigliare opera per dividere le Vittime di soprusi interni alla famiglia anche mediante l’uso di “armi ad energia diretta” e stalking di gruppo al fine di usare le vittime dei soprusi fin che serve e poi liberarsene (denotando assenza di senso Umano, tanto che gli episodi di violenza domestica almeno tra i parenti di chi scrive, non mancano, neppure mancano i tentativi, da parte della famiglia dal fare mafioso di mettere a tacere e screditare chi “osa” parlare, tentativi in linea con le necessità delle Organizzazioni Locali criminali). Altre coincidenza temporali in un periodo relativamente breve sono altri eventi violenti con dolo o colpa, eventi che comunque hanno fruttato alla famiglia d’individui vicini a qualche Locale attuale (non potendo affermare che è la stessa Locale dotata di strumenti ad energia diretta), eventi causati opportunamente facendoli apparire incidenti ove forse tutti i coinvolti sono vittime tranne chi ha guadagnato.

    Ovvio che pochi, tra i tanti collusi, poi cercheranno di prendersi il maggior maltolto alle Vittime a meno che si tratti di un Gruppo che agisce estesamente in Provincia e fuori, accanto ad altri gruppi criminali.

    • Andrea Dell’Acqua 1986 busto g

      Si constatano movimenti-attività simili, ogni qual volta a mezzo
      delle stesse telecomunicazioni si trattano determinate informazioni (sia
      via sms, telefonicamente, rete dati).

      Bisogna tenere presente
      che trattandosi di attività illegali gravi, che coinvolgono molti
      criminali, di associazioni per delinquere (ivi inclusi coloro che
      pensano di essere al massimo imputabili di stalking di gruppo), è
      evidente che tutti i delinquenti operino per tenere un doppio
      comportamento, un doppio agire: uno in normale pubblico soprattutto con
      estranei o con eventuali “testimoni” coinvolti da altri complici per
      screditare le Vittime, un altro nel gruppo criminale, allo scopo di
      apparire insospettabili ottenendo i “benefici” dai crimini ed evitandosi
      il più possibile di essere coinvolti in indagini (tenuto conto tra
      l’altro di alcune complicità nelle forze dell’ordine, tra avvocati,
      magistrati e sanitari).

      In effetti un’altra evidenza
      dell’associazione a delinquere (includente differentemente interessati e
      favoriti) è costituita dal comportamento di alcuni tra coloro (che
      siano collusi, condiscendenti o costretti) i quali “gravitano” attorno
      alle Vittime (ad esclusione di chi è completamente estraneo agli eventi,
      per distanza fisica nel tempo, per distanza d’interessi precedenti e
      seguenti gli eventi, anche in considerazione delle amicizie – parentele –
      occasioni di lavoro o guadagno, non ovviamente dunque, considerata la
      durata temporale degli eventi, colori i quali sono vicini delle Vittime,
      che sempre e comunque sono soggetti a collusione od a plagio, coinvolti
      direttamente, maggiormente interessati, più probabilmente consapevoli
      di molti fatti, tanto più quando fingono di non notare nulla di strano
      nelle evidenze) a volerle denigrare e farle apparire a terzi estranei
      (né Vittime, nè complici, né interessati economicamente) per quanto non
      sono, oltre che lederle, danneggiarle, istigarle.

      E’ ovvio che
      una moltitudine non complice, agente indipendentemente al suo interno e
      senza interessi programmi comuni, ha maggiori probabilità di relazioni
      con terzi rispetto ad una situazione diversa, mentre il singolo in una
      condizione in cui si trova “circondato” da una “comunità” d’individui
      con il medesimo gruppo d’intenti ne possiede meno con gli appartenenti
      alla stessa comunità da cui è escluso per almeno uno dei predetti
      possibili motivi.

      In una situazione socio-economica tesa ed
      indebolita, anche dalle azioni degli stessi gruppi criminali dotati
      delle strumentazioni citate, ‘esperti mercenari’ potrebbero sfruttare la
      ‘manipolazione tecnologica’ temporanea ed a distanza del carattere
      delle persone (che è realtà da molti anni, ufficiale e documentata da
      organi d’informazione, documenti disponibili su portali governativi ed
      universitari) al fine di ingenerare sommosse e finanche ‘stimolare’
      tentativi di sovvertimento del potere oppure golpe armati con “strumenti
      ad energia diretta”.

      Vi sono associazioni a delinquere che usano
      i sistemi e strumenti già esposti unitamente a tecniche psicologiche e
      la conoscenza della condizione economica delle vittime donne e ragazze,
      al fine d’implementare coercizioni, costrizioni, per avviarle,
      obbligarle a prostituirsi o compiere ‘attività’ connesse ed illecite a
      carico delle stesse.

      È possibile che alcuni gruppi di criminali,
      che è possibile siano collegati all’organizzazione locale, utilizzino
      dei “robot informatici”, “software” ed “hardware” al fine di eseguire
      “stalking automatizzato” via web, e-mail, telefoni (software per
      generare abbinamenti di parole consequenziali sulla base di un
      dizionario, dei sinonimi, del genere e numero, dell’analisi logica e
      grammaticale, software per generare abbinamenti di frasi correlate al
      modo indicato e secondo un minimo di argomenti correlati, dizionari di
      frasi, software per archiviare tracce vocali ed impronte vocali,
      compositori di numerazioni automatici, software per correlare la voce ai
      vocaboli del dizionario anche in funzione di quanto indicato prima di
      modo da incrementare le probabilità di correlazione esatta, correlare
      sillabe ai suoni, software in grado di ricodificare una voce in un’altra
      sulla base delle differenze tra un’impronta vocale ed un’altra – una
      sorta di sistema per deformare la voce facendola apparire quella altrui –
      sintetizzatori vocali con multiple impronte imitabili, software per
      archiviare estratti di frasi d’individui registrate ed abbinate a
      complementari e congruenti altre dello stesso individuo od altri al fine
      di generare comunicazioni con abbinamenti automatici frase-frase sulla
      base del riconoscimento dei suoni e dei dizionari, software ed hardware
      per hacking ed intercettazione illegale dei dispositivi, per
      l’intromissione in comunicazioni, per creare falsi nodi di rete a cui i
      telefonini si agganciano o generare false numerazioni: è possibile per
      esempio verificare, come accaduto a chi scrive, l’utilizzo da parte di
      delinquenti di numerazioni telefoniche di dozzine e dozzine di cifre,
      evidentemente numerazioni corrispondenti ad utenze “inesistenti” od
      usate per scopi speciali).

      Vi sono associazioni a delinquere,
      inclusa l’organizzazione locale, che con gli stessi metodi spingono le
      Vittime in condizioni tali da farle lasciare di fretta immobili, inclusi
      quelli connessi alle attività produttive oltre ad abitazioni e terreni,
      costringendole a vendere a prezzi inferiori a guadagno di collusi che
      acquisteranno con un costo inferiore a quanto avrebbero dovuto
      sostenere, tenuto conto anche dei costi da sostenere per ottenere i
      favori delle associazioni criminali.

      Vi sono associazioni a
      delinquere, inclusa l’organizzazione locale, che con gli stessi metodi
      costruiscono “casi” atti a fare muovere il danaro delle vittime,
      indirizzandolo verso professionisti (es. avvocati, psicologi) ed
      individui collusi all’associazione o che hanno pagato per ottenere
      vantaggi dall’operato della stessa.

      Vi sono associazioni a
      delinquere, inclusa l’organizzazione locale (considerato il modo d’agire
      “silenzioso” e tenuto per quanto possibile nel silenzio dai corrotti
      collusi, considerato anche il plagio ed il “lavaggio di cervello”,
      oppure le lesioni, intimidazioni, operate ai famigliari stretti delle
      Vittime) che oltre a vessare, danneggiare, ledere, costringere,
      ricattare, “manovrare”, le Vittime, dopo avere ottenuto i risultati
      relativi agli averi delle stesse o dei famigliari delle stesse (averi
      magari acquisiti in precedenza da coloro che, ora criminalmente, li
      rivogliono a basso prezzo o meglio a gratis montando pure accuse e falsi
      casi per vessare le famiglie colpite e costringerle a svendere gli
      averi per pagare fasulli danni arrecati ai criminali, complici di forze
      dell’ordine corrotte, anzi che essere i criminali a “pagare” per quanto
      possibile i danni alle Vittime e famigliari), procedono poi colpendo
      nuovamente le Vittime ed i famigliari delle stesse, per sbarazzarsi
      fisicamente delle Vittime e di coloro che sono primi testimoni delle
      azioni criminali inclusi anche i collaboratori nei crimini.

      Dato
      il metodo, la cui applicazione è difficilmente individuabile, utilizzato
      contro le vittime, per coerciderle, intimidirle, minacciarle, lederle,
      danneggiarle economicamente ed individuare e “creare” ulteriori
      individui disponibili alla collusione sotto ricatto, è possibile che i
      criminali lo utilizzino anche per ottenere pubblicità, lavoro,
      finanziarsi, sia nel mercato legale, sia tra la criminalità; è infatti
      evidente che, considerati i soldi che si muovono in alcuni casi di
      cronaca nera o cronaca in genere, vi sia la possibilità che certe
      organizzazioni per delinquere oltre ad operare settariamente mettendo in
      evidenza simbolismi nelle azioni commesse, lasciando trasparire
      indizi-tracce-firme-marchi a mo di pubblicità tra la criminalità, per
      ostentare il potere, a mo di scherno di quella parte pulita delle forze
      dell’ordine e di chi si occuperà in genere delle indagini e di
      giustizia, operi anche per incrementare le possibilità di guadagno di
      chi gravita attorno alla setta – organizzazione a delinquere (che si
      tratti di gruppi di stalker, mafiosi, “pseudo-massoni”, adepti con
      qualche culto “religioso” presumibilmente esoterico oppure carente
      ancora di elementi significativi necessari alla diffusione e
      “comprovazione” – relazione alla “realtà accertata” – magari denigrando
      coloro che già sono Vittime facendole apparire come volontariamente
      immolate) e che potrebbe “fare soldi” in conseguenza agli avvenimenti,
      con il commercio, sulla base del libero mercato, che si tratti di
      professionisti, politici, imprenditori, dipendenti in genere, che si
      tratti di “ministeri di culti settari” o di “capi mafiosi” (ecc…).

      Dato
      il metodo è possibile che sia usato per plasmare falsi testimoni e
      comparse, collusi o “clienti” delle associazioni criminali, di modo da
      ottenere danaro con interviste, scambi di favori, fornendo
      ‘informazioni’.

      Alcuni tra i delinquenti mettono in atto, con le
      amicizie nell’associazione a delinquere, azioni « diversive » per
      eventuali future indagini : simulano di essere stati vittime di eventi
      simili ai crimini subiti dalle loro vittime, ovviamente d’entità molto
      inferiore, magari mediante documentazioni non veritiere o certificanti
      il falso al fine si simulare danni non subiti, allo scopo di risultare
      vittime allo stesso modo delle loro.

      Si designa un quadro
      criminale dalla metodologia applicata e studiata in modo transnazionale,
      si realizza che lo sfascio economico-sociale è, nel lungo periodo, solo
      in favore di taluni in larghissima parte Americani, abili al plagio,
      che ovviamente hanno interessi nella divisione, facile e poco costosa
      corruzione, ricattabilità, per ottenere maggiori profitti e potere con
      minore difficoltà e costi, scaricando questi ultimi prevalentemente
      sulla “popolazione colpita”, commissionando-plagiando le imprese e
      gruppi d’individui presenti nella zona di residenza delle
      Vittime-obiettivo, al fine di organizzarli in associazioni a delinquere
      (anche mafiose) e gang di stalker, sfruttando quanto possibile i mezzi
      ed il danaro locale oltre agli interessi dei collusi, anche in funzione
      di false promesse e favori, solo parzialmente da mantenere; non si può,
      però, escludere che i coinvolti nell’organizzazione criminale locale
      abbiano avuto informazioni riguardo operazioni illegali straniere
      (presumibilmente di mercenari per conto di taluni Americani) sul
      territorio e le sfruttino a vantaggio per speculare sulle “disgrazie”
      delle Vittime; è ovvio che, dati i coinvolti, i responsabili primi,
      coloro che ottengono i maggiori interessi, cerchino di disorientare le
      loro Vittime facendo apparire più responsabili diretti, di quanti ve ne
      siano, a meno di pensare all’uso di satelliti (sintomo di regie di
      organizzazioni a delinquere dalle proporzioni di uno Stato in “guerra
      molto poco fredda” con l’Italia e l’Europa, che in tal caso sarebbero
      gli U.S.A. dati i vantaggi pressoché totali per gli stessi, U.S.A. che,
      date le guerre ed i territori assoggettati al loro controllo nell’ultimo
      ventennio, avrebbero molta facilità a sfruttare traffici illegali
      operati dalla criminalità proveniente da quegli Stati ed intermediati
      con l’economia più o meno legale Europea mediante le organizzazioni
      criminali proprie del territorio Europeo, al fine di estendere il quadro
      criminale, corrotto, ricattabile, al fine di ridurre i costi per
      operazioni a vantaggio di pochi in qualche vertice e connessi ad
      apparati governativi-militari U.S.A., stimolando nuove collusioni e
      piccoli crimini da fare crescere in nuove meno costose reti criminali a
      sostituzione ed iniziale supporto delle precedentemente utilizzate,
      colpendo anche le Istituzioni dello Stato bersaglio al fine di sabotare
      economia – politica – società – sanità – ordine pubblico), torri di tlc
      modificate, si deve come minimo ipotizzare che si stiano usando apparati
      domestici trasportabili per arrecare danni e lesioni.

      Ricordo
      che in Parabiago è stato arrestato il maresciallo Gatto per violenza ed
      abusi alle donne. Come al solito sono saltate fuori prove, denunce ed
      accuse all’ultimo, prima gli altri nulla sapevano, oppure alcuni
      mettevano a tacere, cosa di per se comunque insufficiente. Il territorio
      dei Comuni limitrofi, è collegato a fatti di cronaca nera di “rilievo”
      nazionale, la zona è interessata dalla presenza di sette sataniste ed è
      “teatro” di omicidi rituali intrisi di simbolismi. E’ evidente che la
      cronaca nera muove soldi. I Carabinieri in zona tengono segreti, coprono
      amicizie, abusano di potere come altri individui coinvolti ed aventi
      titolo di esercitarlo sulle Vittime, distorcendone le finalità (mi
      riferisco a coloro che mettono a tacere lasciando i cittadini e le
      vittime senza più possibilità di avere fiducia nello Stato). Tra i
      coinvolti nei crimini locali ci sono ex-militari anche giovani. Forse ci
      sono ricatti tra militari ed ex-militari, ricatti tra poteri e persone
      con qualcosa sulla coscienza, favori da ricambiare od estorsioni,
      determinati da faccende precedenti, oltre ad un sperimentazione vera e
      propria ed illegale ovviamente, che non è limitata a Busto Garolfo, su
      Civili. Probabili collegamenti con dipendenti e management di banche e
      notai, imprese di piccole dimensioni anche unipersonali (date le
      finalità economico-finanziarie ovvie di ogni crimine, in aggiunta
      all’incremento di potere ed influenza sociale-carriera personale,
      incremento delle possibilità di commissioni lavorative per i collusi)
      con sponsor di multinazionali e/o Corporation. In passato il gruppo di
      stalker locali e gli affini, hanno già condotto furti, fasulli tentativi
      di rapine (con cooperazione di collusi finti segnalatori ed in Forze
      dell’Ordine) e rapine, operato per l’induzione al reale suicidio di
      multiple Vittime (oltre ad avere operato per allontanare dai collusi di
      gruppi affini eventuali accuse inscenando simulazioni e narrazioni di
      improbabili tentativi di suicidio degli stessi, fondamentalmente con
      carte false da amicizie di turno), ottenendo de facto il tentato
      suicidio di parenti, tentativi avvenuti lungo un arco temporale esteso,
      su generazioni diverse, coinvolgenti gli stessi organismi sanitari
      relativi ai fatti recenti (ora A.S.L. 1 ed U.O. di Legnano), che, se non
      fosse per la competenza territoriale, si potrebbe a maggior ragione
      pensare solo a che negli stessi vi sia da tempo una setta, loggia,
      gruppo ideologico-politico, che prende di mira i nuclei famigliari e non
      solo singoli individui (allo scopo di indirizzarne-costringerne le
      azioni-attività a pena di “punizioni” anche mortali quali quelle
      espresse, in funzione dell’evoluzione del metodo-strumenti di
      condizionamento), connessa ad individui corrotti da tempo nelle forze
      dell’ordine, oltre ad altri apparati corrotti (anche non solo nazionali,
      dato il metodo e le coperture). Dati gli strumenti esistenti ed a
      disposizione di tecnologici gruppi criminali è possibile che quando
      questi usano gli apparati in grado di condizionare la psiche e
      l’emozioni stato mentale, la calma, l’aggressività, abbiano come
      obiettivo la creazione di eventi tra parenti e conoscenti atti a creare
      la successiva possibilità di ricattare sulla base della notorietà degli
      eventi (magari violenti o comunque opinabili), in relazione alla
      privacy, in relazione a piccoli abusi od atti illegittimi tra amicizie,
      ecc…

      Nel caso in questione, di una Vittima (si suppone tra
      altre, dato il sistema implementato) della locale organizzazione
      criminale, si è in presenza di fatti evidenti, prove chiare registrate
      ed annotate (in piccola parte pubblicate), comportamenti sospetti
      protratti, negazione e travisazione degli eventi da parte di collusi –
      coinvolti – minacciati – intimoriti, manifestazioni d’estraneità
      artificiose ed improbabili protratte, comportamenti ed agire criminale
      evidenti, abusi di potere e posizione, collusione e comunità d’intenti
      di una moltitudine e palesemente finalizzati alla lesione dei diritti
      Umani alla salute, vita personale, vita privata e pubblica, finalizzati
      alla lesione dei diritti alle relazioni sociali ed al condizionamento
      estremo di queste, finalizzati alla copertura della comunità d’intenti
      criminali, finalizzati all’esclusione – vessazione – annichilimento
      organizzato sulla(e) Vittima(e), come pure è evidente che vi sia un
      piano di una parte dei criminali per utilizzare un’altra parte tra loro
      fin che servono e poi sottrarre agli stessi la presumibilmente promessa
      parte od utilizzarli per scaricarvi tutte le responsabilità (come forse
      già fatto in passato sfruttando alcuni delinquenti tentati rapinatori,
      utili al contempo a ridurre o sottomettere una parte dei criminali al
      resto del gruppo ed altresì dipingere alcuni complici
      dell’organizzazione come apparenti Vittime oppure come apparenti onesti
      cittadini).

      Le considerazioni che, il metodo applicato è
      complesso e dunque studiato per essere applicato da una moltitudine di
      gruppi criminali contro una multitudine di vittime fors’anche distanti
      tra loro, il fatto che vi siano coperture di alto livello (con il
      conseguente obbligatorio sistema di relazioni, connivenze, conoscenze,
      che coinvolge molti), il fatto che diversi eventi, che sono stati
      necessari a dipingere dei disonesti-criminali (futuri criminali,
      premeditatori, intimoriti condiscendenti omertosi) come se fossero
      esclusivamente vittime od onesti cittadini, siano avvenuti non molto
      prima dei crimini commessi con determinate strumentazioni
      impossibilitanti, lesive, danneggianti e con determinati metodi ideati
      allo stesso scopo, il fatto che diversi eventi siano avvenuti lungo un
      percorso temporale teso a coinvolgere e ricattare-colludere sempre più
      individui, indicano la già espressa esistenza di una gerarchia – rete –
      finalità criminale (simile alle mafie, coinvolte infatti, ma di diversa
      dimensione), di criminali con interessi – ingerenza – evidenza –
      “importanza” maggiori e minori, indicano una regia atta a creare caos e
      prevaricare a forza e con ricatti, con abusi, in quanto in posizione
      dominante su altri (tant’è che sono coinvolti deviati delle forze
      dell’ordine, professionisti in posizioni di rilievo, politici, militari,
      attività economiche strategicamente importanti, sanitari), in quanto
      costituenti obiettivi primari al sopra delle inermi Vittime, in quanto
      gerarchicamente più influenti dei criminali locali ma al contempo
      sottoposti a “pressioni” superiori (trasnazionali) poste da chi alla
      fine ottiene il maggior vantaggio con il minor rischio di essere
      connesso ai singoli gravi crimini.

      Non chiamatele bravate. Non
      chiamateli bulli. I balordi – delinquenti diventano poi (soprattutto in
      questa situazione economica), molto probabilmente, parte della mafia, di
      associazioni a delinquere (data la tendenza a commettere l’azione
      illecita e lesiva, verso la moltitudine a fini ed interessi personali e
      del gruppo, acquisita durante la crescita e scarsamente contrastata) e/o
      comunque elementi essenziali in azioni commesse da gruppi di stalker
      (che possono essere rivolte contro: la persona, il lavoratore scomodo
      magari costoso o da sostituire, l’attività politica-ideologica,
      l’attività economica, l’attività di contrasto del crimine ed
      applicazione della legge, ecc…).

      Faccio un invito a ri-valutare
      molto più gravemente l’illecito, crimine, commesso come stalking di
      gruppo essendo il “ponte” tra il crimine individuale e la mafia od il
      terrorismo (tanto più che esistono ad oggi metodi per plagiare,
      danneggiare e ledere da multiple parti rendendo comunque difficile
      l’individuazione dei responsabili dei crimini, anche in quanto i
      criminali e le Vittime non sono in vista tra loro e gli strumenti
      d’offesa “invisibili”), essendo di fatto inquadrabile come
      l’associazione a delinquere ma potendo avere come finalità la singola
      lesione dei diritti Umani, la semplice voglia malata di arrecare dolore e
      danno e finanche indurre al suicidio “l’avversario”, il “bersaglio”
      (indice dell’assenza d’Umanità, dell’estrema bassezza morale e
      non-opposizione al crimine violento, indice della scarsa considerazione
      della vita, Umana ed in genere): Vittima che, ovviamente, cercherà
      invece di stringere i denti finendo per trovarsi in situazioni comunque
      anomale.

      Faccio un invito a semplificare la vita a Cittadini
      Onesti (quelli che lo sono non soltanto dietro il paravento della
      “manifestazione” pubblica) e Vittime mettendo loro a disposizione, molto
      facilmente, gl’istrumenti “omologati e certificati” atti a tenere
      traccia ed individuare il cyber-crimine e le azioni lesive commesse con
      elementari dispositivi ad energia diretta oppure dispositivi ad energia
      diretta ideati in funzione dell’azione rivolta all’applicazione lesiva
      delle nozioni delle teorie dei segnali inclusi quelli
      biofisici-biologici, semplificando così il lavoro d’indagine e
      giustizia, tutela, deterrenza, contribuendo anche non poco all’economia
      pulita (badando ai prezzi gonfiati, in quanto parte del crimine
      tecnologico non sussiste, non trova spazio, se gli strumenti per la sua
      identificazione e tracciamento sono di comune o magari obbligatoria
      dotazione, con la conseguenza che può essere fatto/indotto cartello,
      anche sfruttando la criminalità, per opporre la diffusione di tali
      strumentazioni).

      Espresso quanto sopra, non finga la società di
      lamentare, altrimenti, gli eventi prodotti da gruppi come quelli delle
      Bestie di Satana o da gruppi che commettono qual si voglia genere di
      sacrifici rituali ai danni altrui.

      Onde evitare altri casi in
      Italia simili a quello Garofalo, riflettete, anche qualora non vi
      fidaste di quanto esposto (posto comunque che le evidenti anomalie non
      sono negabili, né quanto riportato nel link in forma di video ed
      immagini, ne è negabile l’agire anomalo di sanitari e forze dell’ordine
      anche direttamente in seguito alle prime segnalazioni o richieste
      d’informazioni od aiuto).

      NOTA IMPORTANTE IN MERITO AD I COMMENTI SUL WEB:
      In
      quanto account e-mail, incluse PEC, sono già stati ‘violati’ (motivo di
      questo indirizzo), prendete con le pinze ulteriori commenti indicanti
      lo stesso indirizzo e-mail inseriti in questa pagina (onde evitare
      spiacevoli inconvenienti determinati, oltre che da un’eventuale ascolto
      mediante microfoni direzionali quando utili, anche dalla violazione
      delle comunicazioni via cavo e wi-fi e la conoscenza da parte di
      criminali dei dati utilizzati, magari al fine di simulare commenti in
      luogo della mia stessa persona, per finalità criminose). Mio malgrado,
      come espresso, le comunicazioni dai dispositivi telematici, di ogni
      sorta, in possesso della(e) Vittima(e) sono disturbate od
      impossibilitate oltre che violate. Questa è un’esposizione per mettere
      in guardia, non per disquisire con opinioni in merito a fatti certi e
      probabili anche altrove.

      UNO TRA I RISCONTRI:
      La facilità che
      possono avere i segnalati, dell’organizzazione locale, nel rintracciare
      segnalazioni come questa ed il prolungato silenzio è indice di un
      probabile accordo tra gli stessi (es. attraverso i motori di ricerca
      usando la chiave “cronaca Busto Garolfo, cronaca busto garolfo
      wordpress, busto garolfo armi elettromagnetiche” s’incorre molto
      facilmente (per un certo periodo) in un blog ed in commenti ove è
      presente questa), di fatto un tentativo di ottenere qualcosa con dolo e
      premeditazione, quasi evidenza dell’esistenza di un’associazione
      d’intenti, un associazione a delinquere. Presumibilmente, in
      considerazione di chi sono e quanti sono i coinvolti, c’è la preferenza a
      mantenere il silenzio anche al fine di non validare quanto descritto,
      in aggiunta tale associazione può, nel silenzio, continuare ad usare le
      strumentazioni per danneggiare dalla distanza, cosa che si configura
      evidentemente come un obiettivo primario oltre che metodo per ottenere
      altro (dovendo per forza escludere l’incapacità d’intendere e
      comprendere le azioni commesse dai collusi, data la complessità
      dell’organizzazione). In oltre va ricordato il ruolo complice di
      militari ed ex-militari, e quello doloso o colposo di dipendenti di ASL,
      U.O., C.P.S. (decisamente evidente, peraltro), nonché le anomalie di
      metodo ed il tentativo di mettere a tacere completamente la/e vittime,
      nonché di fare diffidare le stesse dello Stato.

  • Sergietto

    A me funziona e mi collega anche se cambio il dominio secondario, per esempio invece di “COM, uso BIZ, oppure US….o anche UK. ;)

  • ferrari1990

    direi ottimo ma basta usare anche tor browser e il problema si risolve in 2 secondi, non lo vogliono capire il potere sulla rete non ce l’avranno mai loro bloccano, e noi sblocchiamo…

  • Silviola

    Graaaandi!

  • ferdinando

    mi può spiegare perche mi rimanda ad un sito non accessibile?

    • http://www.capn3m0.org/ Paolo Dolci

      ciao ferdinando, ho riprovato ora e non ci sono problemi.

      l’url dove puoi utilizzare il proxy è questo:

      http://riccardomasutti.com/itorrent/

      nel caso il problema persista fammi avere maggiori dettagli.

      ciao e buona giornata

  • marco

    fantastici! vi amo!

  • roby

    ciao.. stavo provando a vedere se i torrent si potevano ancora scaricare da Torrentreactor, ma quando ci si clicca sopra non partono. è sempre per via del blocco ?

    • http://www.websec.it capn3m0

      prova ad utilizzare i Magnet Url.

      Con quelli non da problemi se non erro ;)

      • roby

        ciao ancora… grazie per avermi risposto. riguardo i Magnet Url. su Torrentreactor non riesco a trovarli. non so se dipenda dal mio Chrome….( e quindi ho provato anche con Firefox ). ma non riesco a trovare il sistema per visualizzare i link magnetici. sapresti mica suggerirmi il modo corretto ?

        • http://www.websec.it capn3m0

          ho riprovato ora.. cercando un file e poi andando per il download il link lo trovi dove ho evidenziato in questo screenshot
          http://www.websec.it/files/magnet-url.PNG
          fammi sapere
          ciao

  • http://ylenia melinda

    GRAZIE MILLE…..ERO DISPERATA…SENZA TORRENT MI SENTO PERSA!!!!

  • http://riccardomasutti.com/itorrent/ Mario

    Il sito web è cambiato. Il nuovo link è: http://riccardomasutti.com/itorrent/

    (altervista rimanda al .com)

    • http://www.websec.it capn3m0

      grazie mille!
      Aggiornato anche l’articolo

      Buona serata

  • http://itorrent.altervista.org/ Gianluca

    Grazie mille!!!!!!! UTILISSIMI!!!

Leggi articolo precedente:
Archos-GamePad-1_32314_01
Archos GamePad: il nuovo tablet Android dedicato al gaming

Si chiama Archos GamePad ed è un tablet da 7 pollici dedicato al gaming. Impiega il sistema operativo Android 4.1...

imac_touch-595x365
Brevetto Apple: Ufficio licenze USA lo invalida

Un'altra batosta legale per Cupertino. L'U.S. Patent and Trademark Office (USPTO), ufficio brevetti statunitense, ha deciso di invalidare un brevetto...

kimdotcom
Un assaggio di Mega, il nuovo Megaupload

Kim DotCom, l'ormai notissimo boss del defunto Megaupload ce la sta mettendo tutta per non deludere le aspettative. Qualche mese...

Chiudi