Home » News » Carta da parati anti-Wifi: nuova soluzione per la sicurezza

Carta da parati anti-Wifi: nuova soluzione per la sicurezza

Il miglioramento della sicurezza delle reti WiFi passa attraverso un rotolo di carta da parati anti-WiFi. I ricercatori francesi dell’Institut Polytechnique de Grenoble, in collaborazione con il Centre Technique du Papier, hanno sviluppato una carta da parati in grado di bloccare il segnale delle reti senza fili, evitando il diffondersi oltre i confini dell’ufficio o dell’appartamento.

A differenza di altre tecnologie, che si occupano del blocco del segnale, basate sul principio della Gabbia di Faraday, la carta da parati interrompe solo un insieme di determinate frequenze usate da wireless LANs. Restano escluse le onde emesse da telefoni cellulari e altre onde radio. Secondo quanto riportato da L’Informatcien, i ricercatori annunciano un prezzo della speciale carta da parati, che sarà brevettata da un produttore finlandese, equivalente a una carta tradizionale di media qualità. Il prodotto dovrebbe entrare in commercio nell’arco del 2013.

Il direttore degli studi al Grenoble INP’s ESISAR (School of Advanced Systems and Networks), Pierre Lemaitre-Auger, durante una dimostrazione della carta da parati, ha affermato che oltre a evitare l’intercettazione illecita della WiFi, può essere usata in certe aree dove è preferibile evitare l’interferenza tra reti Wireless o per bloccare WiFi esterne (come negli ospedali, hotel o teatri).

Lemaitre-Auger sostiene che la carta può essere commercializzata pensando anche a un target formato da persone sensibili alle onde elettromagnetiche prodotte dai router, così come persone che vogliono proteggere se stesse e avere un basso livello di onde radio all’interno del loro appartamento. Cosa ne pensate? Sarà la risposta definita al problema dell’intercettazione illecita di connessioni senza fili o solo una nuova trovata commerciale?

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • grazie tony, benvenuto!!

  • Tony

    Ciao a Tutti.
    Vi ho scoperto da poco e Vi apprezzo molto per la Vostra gradevolezza, concretezza e semplicita’. Mi occupo di informatica dall’epoca del Cobol e oggi, con interesse particolare rivolto alla sicurezza,sono ovviamente transitato al mondo piu’ nuovo, integrando ambienti, aprendo, forzando per capire, provando e linuxando e come mi dicono alcuni, facendo il “topo di fogna” etc etc etc.
    Non credo che quella della carta “anti WiFi” sia una cattiva idea. Se veramente funzionante, potrebbe creare una serie di discussioni in tutti quegli ambienti dove la Giustizia Italiana e non, ha dovuto prendere per forza in considerazione l’eccessiva invasivita’ delle WiFi non potendo cosi’ condannare chi usava comodamete un WiFi non sua, specie se aperta, scegliandola tra le 25 o 30 che, contro la propria volonta’, gli giravano intorno. Come dire: io qui da me non voglio nessuna WiFi, ma contro il mio desiderio, ne sono circondato da tante, allora “qui prodest” ad istallarne una mia ??? gia ne ho tante, ne scelgo una.
    Dovendo metterci la nostra WiFi nella stanza schermata ed in altre stanze che desideriamo “schermate” la questione non sussisterebbe, non invaderemo nessuno.
    Ciao e buon lavoro a Tutti