Alice Wpa Calculator OnLine

Breve Storia

Il cracking delle password Wifi delle reti Telecom e l’individuazione dell’algoritmo con cui queste venivano generate risale ad una ricerca condotta dal White Hat Crew nel lontano 2010 di cui parlammo in questo articolo.

Dal 2010 con la scoperta della falla nell’algoritmo di generazione della password Wpa di Alice, ovviamente, Telecom corse ai ripari e negli anni a seguire aggiornò di volta in volta l’algoritmo di sicurezza.

Al pari con Telecom diversi studiosi di sicurezza informatica pubblicarono i loro codici di cracking e nel 2011 ci furono diversi di questi aggiornamenti.

Ora sono passati diversi anni e Telecom ha cambiato i suoi algoritmi rendendo (finalmente) più sicure le loro ADSL e, di conseguenza, anche i ricercatori di sicurezza hanno abbandonato l’interesse verso il reverse delle password wifi di Alice.

Allo stato attuale il Tool che avevamo pubblicato in questa pagina è ormai obsoleto pertanto abbiamo deciso di eliminarlo definitivamente così da evitare di dare false speranze ai visitatori.

Vogliamo però suggerirvi una tecnica che ancora oggi può essere utile per effettuare il cracking delle reti Wifi Telecom.

Come crackare le attuali password Wifi Telecom Alice?

Nonostante il nostro tool non sia più efficiente ci permettiamo di suggerirvi un app per Android che consente di crackare le reti Wifi Telecom in maniera rapida e veloce.

Si chiama WpaTester ed il progetto è stato portato avanti dal ricercatore di sicurezza Carlo Marinangeli.

Ecco gli step da seguire.

Guida al Crack Wifi Alice Telecom con WpaTester da Android

  1. Da qui potete scaricare il file Apk di WpaTester:
    [button color=”green” size=”big” link=”http://goo.gl/apAbZy” ]Download APK Wpa Tester[/button]
  2. Il sistema operativo Android potrebbe avvertirvi che non è “consigliato” scaricare apk fuori dal Google Play Store ma voi ignorate l’avviso e andate avanti.

  3. Una volta installato sul vostro smartphone Android e avviato avrete una videata come la seguente dove vengono mostrate le reti che attualmente sono raggiungibili.
    WpaTester Reti Wifi Crack
  4. Come si vede nell’immagine le reti Wifi senza password o quelle per cui è possibile generare una password vengono mostrate con una cornice verde.
  5. Selezionando una di quelle in verde ci verrà mostrato un menu in cui possiamo scegliere tra “Mostra Password” o “Prova a Connettere“. Scegliendo “Mostra Password” ci verranno elencate tutte le password generate per quella rete mentre con “Prova a Connettere” WpaTester provvederà in automatico a tentare la connessione alla rete wifi per ciascuna delle password generate.
    N.B. Il mio consiglio è di usare Mostra Password e poi copiare la password e provare da soli a connettersi con la normale procedura di Android poiché non tutti i device funzionano correttamente nell’opzione automatica “Prova a Connettere”
    WpaTester Menu Crack Wifi
  6. A questo punto, dopo aver selezionato “Mostra password” verranno elencate tutte le password wpa generate per la Wifi selezionata. Scegliamo una delle password da testare e la copiamo negli appunti dopodiché proviamo a collegarci seguendo la normale procedura di Android:
    WpaTester Mostra Password Wifi
  7. Se tutto è andato bene e siete stati fortunati a questo punto siete connessi alla Rete Wifi Fastweb!

N.B.

Ricordo che l’accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico è un reato perseguibile a termine di legge (art. 615-ter c.p.).

Ricordo che la detenzione e la diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici è un reato penale perseguibile secondo la legge 615.

L’utilizzo di quanto esposto è da riferirsi a un test di sicurezza sulla propria rete o su una rete di cui il proprietario abbia espressamente dato il libero consenso al fine di giudicarne la sicurezza e porre rimedio ad eventuali vulnerabilità.

21 Comments

Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem?

Temporibus autem quibusdam et aut officiis debitis aut rerum necessitatibus saepe eveniet.

Copyright © 2015 Flex Mag Theme. Theme by MVP Themes, powered by Wordpress.

To Top