Home » Seo&Social Media » Accordo tra Google e Yahoo! sulla pubblicità
Accordo tra Google e Yahoo! sulla pubblicità

Accordo tra Google e Yahoo! sulla pubblicità

yahoo-google-advertisingAvete letto bene, Google e Yahoo!, nemici giurati trovano un accordo per quanto riguarda la pubblicità.

Marissa Meyer, CEO di Yahoo! prevede che l’accordo permetterà agli utenti di ricevere pubblicità mirata, e sarà utile all’utente e all’offerente: in questo modo si allungheranno i tempi di permanenza degli utenti sulle pagine. Un modo per sviluppare una modello di advertising contestuale  meno invasivo e possibilmente utile per l’utente. 

L’accordo ha già fruttato in borsa: le azioni di Yahoo! sono salite del 6,3%.

La notizia, resa ufficiale con un comunicato da Yahoo! ha suscitato grande scalpore. Che a soccorrere Yahoo! sia stata Google, l’azienda rivale da sempre, suona strano ma suona meno strano se indaghiamo sul passato del nuovo CEO di Yahoo!: Marissa Meyer una dei primi ingegneri assunti da Google, azienda nella quale ha lavorato per diverso tempo. Il portavoce di Google ha affermato: “Lavoriamo con diversi partner per aiutarli a monetizzare i loro contenuti e siamo contenti di poter includere anche Yahoo!”

Scendiamo nel dettaglio, l’accordo consiste in una partnership che permetterà a Yahoo! di utilizzare i servizi di Adsense e Admob , e prevede che gli annunci di Google vengano pubblicati nelle pagine di Yahoo! dedicati a news, finanza, sport e auto.

Sembra che l’accordo abbia accontentato tutti: Google interessato alle spazi invenduti di Yahoo! e quest’ultima da tempo in difficoltà vede nell’utilizzo delle pubblicità contestuali un buon mezzo per trattenere gli utenti.

“Poniamo che si stiano facendo ricerche per acquistare un paio di stivali. Se si vede una pubblicità per stivali, catturerà istantaneamente l’attenzione più di una pubblicità, ad esempio, di una batteria per auto. È una cosa migliore per gli utenti. Questo è il motivo per cui l’advertising contestuale è uno strumento così potente”

Non altrettanto contente saranno le autorità dell’antitrust che vedono Google concentrare sempre più potere nelle proprie mani, intanto a Mountain View si brinda. 

Ti è stato utile? Votalo!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Altro... accordo tra Google e Yahoo!, advertising contestuale, Marissa Meyer, partnership, pubblicità contestuale
Chiudi